Come effettuare la manutenzione della porcellana in sicurezza | Livellara Milano

Apprendere qualche trucco su come provvedere alla manutenzione della porcellana è necessario per mantenere intatto nel tempo lo splendore delle proprie collezioni, sia che si tratti di antiquariato che di un servizio moderno che vuole essere conservato bene fin da subito. La porcellana, tradizionale o Bone China che sia, è infatti un materiale di indubbio fascino, ma allo stesso tempo particolarmente delicato e sensibile ad abrasioni e shock termici, e qui di seguito vi forniamo qualche breve suggerimento per prendervi cura del vostro set di porcellana in totale sicurezza e senza rischio di incrinare la struttura o danneggiare lo smalto.

Collezioni Yvonne Ellen London

Manutenzione della porcellana: rimuovere le macchie

Per rimuovere le macchie dal vostro set di porcellana nell’ottica di una manutenzione quotidiana è consigliabile utilizzare acqua tiepida nella quale immergere le stoviglie per qualche minuto, e aggiungere del sapone liquido. Essendo la porcellana sensibile ad alte temperature e a getti ad alta pressione, è quindi meglio evitare quando possibile il lavaggio in lavastoviglie. Quando invece si vuole tentare di rimuovere macchie di vecchia data, è possibile provare con un preparato domestico composto da 1-2 cucchiai di acqua ossigenata e un quarto di tazza di cremor tartaro, un sale naturale reperibile in farmacia ma anche in alcuni supermercati; con le situazioni più ostinate la pasta potrà essere direttamente lasciata in posa sopra la macchia per poi risciacquare.

Yvonne Ellen London - Collezioni Livellara Milano

Collezioni Yvonne Ellen London

Ingiallimento e brillantezza

Per porre invece rimedio a un naturale processo di ingiallimento che avviene con il passare del tempo e con un utilizzo infrequente, si può lasciare la porcellana in ammollo in acqua tiepida e con qualche goccia di ammoniaca, per poi lavare con un detersivo per piatti. Per il recupero invece della brillantezza è possibile aggiungere qualche goccia di limone durante il lavaggio, ma sempre con cautela in quanto la porcellana è particolarmente sensibile alle sostanze acide.

Collezioni Yvonne Ellen London

Manutenzione della porcellana: regole generali

Vediamo infine alcune regole da tenere sempre a mente durante le operazioni di manutenzione. Prima di tutto, a fronte della fragilità strutturale della porcellana, è bene ricordarsi di non utilizzare spugne abrasive (evitare soprattutto quelle in metallo), ma anche di accatastare troppe stoviglie l’una sull’altra, badando oltretutto a non impilare tazze non impilabili; le stoviglie inoltre non vanno accatastate quando ancora umide, ed è necessario quindi lasciarle ad asciugare tenendole distanziate tra loro. Nella scelta dei detersivi, evitare formule troppo aggressive o contenenti sostanze abrasive, e fare attenzione anche al fattore acidità. Riguardo invece alla temperatura, se come abbiamo detto sopra la porcellana è sensibile ad alte temperature, bisogna fare presente che lo stesso vale con le temperature basse, quindi mai mettere del ghiaccio dentro una tazza di porcellana.

Se desiderate invece sapere di più sulle nostre collezioni, richiedete ora i cataloghi di Livellara!

0 16